domenica 27 novembre 2011

1-10 dicembre 2011 TORINO - PERSONALE Paola Elsa Tagliabue in galleria La Telaccia by Galleria d'Arte Malinpensa


Paola Elsa Tagliabue

Personale

Due Anime per un'unica identità dell'essere e dell'esistere.

presentazione a cura del critico d'arte
Ermanno Corti

dal 1° al 10 dicembre 2011

La Telaccia by Galleria d'Arte Malinpensa
Via Pietro Santarosa 1 (Piazza Statuto)
10122 TORINO.

giorni e orari visita:
da lunedì a sabato dalle ore 14:30 alle ore 19:00
Domenica solo su appuntamento.

per info e quotazione contattare la galleria:
info@latelaccia.it - tel./fax 011/5628220

invito in pdf




“Due Anime che viaggiano separatamente per un’unica identità dell’essere e dell’esistere”
Paola Elsa Tagliabue realizza mirabilmente sia la tematica figurativa che quella informale con estremo lirismo, sono due anime separate da lei, sentite e vissute profondamente, ma che viaggiano in parallelo: l’accurato studio, la logica, l’irrazionalità e l’estasi mistica riescono a fissare sulla tela un’immediatezza di emozioni e sentimenti intensi e veri.
 La pittura della Tagliabue è assolutamente unica ed originale, in ogni sua opera c’è una sintesi luministica magica che la contraddistingue: è un’interpretazione che mostra un’ampia abilità espressiva, ella pertanto è capace di svelare una dimensione ricca di memoria e poesia.
 Nell’anima figurativa troviamo gli oli in cui la ricchezza formale e la scansione vitalistica godono di una libertà d’immagine meditata carica di valori che si rinnovano di continuo. Frutto di seria ed impegnata ricerca, l’inesauribili gestualità sia estetica che contenutistica dell’informale rivela un’astrazione ricca di magistrale rilievo, la padronanza tecnica dell’acrilico su tela si fonde con l’armonia delle tonalità e della rigorosa scelta del colore, che danno al suo contesto pittorico un valido registro cromatico: è un’esplosione di luce di qualità materica e di segni creativi.
 Le sue due anime si offrono al pubblico della stimata Galleria d’Arte La Telaccia in una mostra personale per dare voce ad un’arte di grande interesse. La natura che vive nell’opera in una visione altamente suggestiva ed originale, interpreta un lessico fondamentale e ben compiuto dove la genuinità e l’autenticità dei ricordi si evolvono in un’identità artistica appassionata vibrante di significativa.
L’intero iter della Tagliabue è un linguaggio maturo di forte impatto emotivo che ci coinvolge appieno, sia per il suo alto spessore pittorico-culturale che per la ricchezza di contenuto.
L’artista nella sua espressione matura, intrisa di favolose sensazioni e puro lirismo interpreta due anime con determinazione e rigoroso impianto, all’insegna di un’arte impegnata vissuta sempre con capacità comunicativa.
Entrambe le anime, di notevole effetto stilistico e risultati estetici sono degne di attenzione e profonda lettura da parte del fruitore.
L’informale fortemente intimistico, si evolve in un’esplosione di simboli e fantasiosi particolari presentando così un’interiorità, una spontaneità e sicurezza dei mezzi non comuni.
La solida struttura del figurativo moderno si colloca in un valido costrutto costantemente denso di atmosfere armoniche cariche di scene di vita quotidiana e memorie. La Tagliabue descrive pertanto il suo fare arte con rigore, serietà e professionalità: componenti essenziali per un percorso pittorico di grande valore.
 L’incontro con le due anime, ben distinte e separate tra loro anche nella firma sull’opera, che l’artista tiene ad evidenziare, evoca un espressionismo vivo in cui Paola Elsa Tagliabue trova la sua identità pittorica, la sua forza esistenziale dell’essere e dell’esistere.

                                                                                                                                    11/2011, E.Corti.

Ricerca Personalizzata

Cerca con Google
Si è verificato un errore nel gadget